MHW Terremoto Nepal Maggio 2015

Le forze della MHW, che sono state in campo dal 1 ° maggio, sono andate via con l’orrore di ieri. Ancora una volta, la terra ha tremato violentemente: con una forza di 7,2 sulla scala Richter, l’ epicentro è stato segnalato ad est di Kathmandu. Ancora una volta,
vi son stati più di mille feriti e molti morti.

Il capo delle operazioni Josef Riener: “La situazione dei sopravvissuti è drammatica. Tutti hanno paura di ulteriori scosse, soprattutto nelle case già danneggiate. Ci sono ancora molti aiuti internazionali sul posto e il necessario aiuto medico ricostituito in cosiddetti punti di salute funziona bene soltanto a tratti. La mancanza di infrastrutture per raggiungere i villaggi di montagna e il monsone già previsto complicano ulteriormente la situazione.. Per la stagione delle piogge molte case danneggiate devono essere riparate e dotate di nuovi tetti.Con un costo di soli 100 € siamo in grado di fornire un tetto di circa 16 m² a una famiglia! ”

Sulla base di un aiuto urgente sul campo, l’MHW continuerà la sua diffusione con ASB Styria fino al 23.05. per aiutare gli aiutanti locali nella fornitura di punti di salute e di emergenza. La ristrutturazione di Orphan Welfare Home continuerà. Sono necessari urgentemente tende, teli e rivestimenti di ferro ondulati per dotare gli alloggi di protezioni contro i monsoni. In loco, i materiali pertinenti vengono trasportati nei caselli di emergenza assegnati in consultazione con il Ministero della Salute (MoHP).

Grazie per il tuo sostegno!

 

Dal 1 ° maggio 2015, il gruppo di 5 persone del MHW è stato dispiegato a Kathmandu e nelle regioni circostanti. Il terremoto ha finora richiesto circa 8.000 morti e più di 14.000 persone registrate ufficialmente (una tendenza ad aumentare ulteriormente). Sono stati registrati oltre 100 scosse secondarie, tra cui un tremito del 6.7.

Dall’arrivo, il team di coordinamento registrato presso l’UN-OCHA e il Ministero della Sanità Nepal (MoHP) sta effettuando indagini sulla zona di disastro, fornendo numerose persone ferite in loco.

Nei colloqui con gli organismi ufficiali e le organizzazioni locali, si conferma che la fornitura di rifornimenti di soccorso è ora legata principalmente alle tende, al cibo e all’acqua potabile. È inoltre urgente il sostegno alla ricostruzione.

Nel monastero Choelling Phungstsok, trasformato in un campo temporaneo, il team supporta quotidianamente la cura medica dei feriti (inclusi numerosi bambini). Oltre a ciò, l’assistenza medica in loco è normalizzata, con l’obiettivo principale di stabilire i cosiddetti punti di salute. Si tratta di centri sanitari mobili, dove le persone interessate sono, ad esempio, I medicinali possono prendere o una cura della ferita avviene. Inoltre, un “sistema di assistenza domiciliare” per semplici problemi di salute come il diabete o la febbre è così protetto. L’MHW ha l’ordine ufficiale di MoHP per costruire un tale punto di salute in Panchkhal / Kavre (città con 22.000 abitanti) e di operare con le forze locali.

 

Il 7 maggio, la MHW inviò altri quattro aiutanti al Nepal, in parallelo a ulteriori progetti. Questo include un progetto di orfanotrofio a Kathmandu, che ancora serve come BoO (Base di Operazioni) per la nostra squadra. Questo non è stato rovesciato dal terremoto ma è ancora pesantemente disegnato. Le parti devono essere riparate e anche le tubazioni dell’elettricità e dell’acqua sono danneggiate. È impressionante come il personale dell’orfanotrofio possa occuparsi di questa situazione “positivamente” e “positivamente” per fornire ai bambini una casa amorevole e sicura. È un’organizzazione locale di soccorso (Orphan Welfare Home), che ha un riconoscimento statale in Nepal.

 

Ci sono 15 posti per i bambini. Al momento sono attivati 12 bambini di età compresa tra i 5 ei 16 anni. In casa ci sono 2 Nannies, in modo da poter ospitare bambini da 2 anni.

Oltre a costruire il punto di salute, l’MHW sosterrà anche questo orfanotrofio. L’obiettivo è quello di aumentare la capacità e di dare vita a cinque orfani i cui genitori sono morti nel terremoto a breve termine.

 

Comunicato stampa

L’agenzia di soccorso medico di disastri è in uso

Monaco di Baviera, 05.05.2015. Dal 1 ° maggio, la squadra di MHW sta aiutando a Kathmandu.

Secondo la relazione attuale sullo stato attuale, il terremoto ha finora affermato che oltre 7.500 morti e più di 14.000 feriti – sono stati registrati oltre 100 emorragie, tra cui un tremito del 6.7.

Il team di coordinamento della MHW sta conducendo indagini presso l’area di disastri all’UN-OCHA e il Ministero nepalese della sanità (MoHP) per 4 giorni, fornendo persone ferite in loco. Nei colloqui con gli organismi ufficiali e le organizzazioni locali, si conferma che la fornitura di rifornimenti di soccorso è ora legata principalmente alle tende, al cibo e all’acqua potabile. È inoltre urgente il sostegno alla ricostruzione. Nel monastero Choelling Phungstsok, trasformato in un campo temporaneo, il team supporta quotidianamente la cura medica dei feriti (inclusi numerosi bambini). In caso contrario, l’assistenza medica nel Paese sta per normalizzare e entrare nelle mani del sistema sanitario locale. Le strutture locali sono supportate dall’MHW.

Procedura prevista ulteriormente: Le parti del team di coordinamento di 5 membri saranno sostituite il 09.05.2015. La missione è quella di esplorare ulteriori progetti di follow-up e gli orfanotrofi. Dal 6 maggio 2015, un centro sanitario nella regione di Sunkhani sarà istituito dalla MHW. Ulteriori assistenza, ad esempio La distribuzione dei prodotti alimentari e delle forniture è prevista in consultazione con le autorità locali.

La squadra è sostenuta dall’Arbeiter-Samariter-Bund (ASB) Stiria e Luftfahrt ohne Grenzen e.V. da Francoforte sul Meno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =